La guida alla Trasformazione Integrata

Focus

  • Come gestire la trasformazione all’interno della tua azienda

    Oggi voglio parlare di una problematica che ti troverai quasi sicuramente ad  affrontare nel momento in cui impatterai  con il progetto di trasformazione integrata per la tua azienda. La problematica è quella che possiamo  definire come “l’attacco centri di potere“.

    Provo a spiegarti meglio cosa intendo; soprattutto questa problematica riguarderà anche te nel momento in cui sei a gestire un’azienda di grandi o medie dimensioni. Non credo che nelle aziende piccole questo possa essere un problema reale.

    Quello che succede nel momento in cui andremo a trasformare la nostra azienda é che dovremmo rompere quegli equilibri che sono già consolidati da tempo. In questa rottura degli equilibri avremo ovviamente nei vertici aziendali e nelle strutture ad essi associate una resistenza al cambiamento e una resistenza a rompere quella che é la comfort zone e quelli che sono appunto i poteri (chiamiamoli poteri) di ogni singola divisione.

    Nel tuo progetto di trasformazione devi essere molto attento a questo tipo di inconveniente e, per fare in modo che questo non si verifichi,
    quello che puoi fare sono almeno due cose: una è quella di coinvolgere tutte le aree aziendali in modo che siano costrette a essere per un momento de-focalizzate da quello che il loro obiettivo principale e siano più focalizzate su quello che il progetto di trasformazione e per fare in modo che questo succeda come secondo punto di attenzione dovrai fare in modo che ci siano dei grandi incentivi affinché il progetto di trasformazione vada avanti. Ovvio che anche questi incentivi non  devono fermarsi alle prime linee ma devono essere riportati giú all’interno della tua azienda perché, come ho scritto anche altre volte, è necessario che tutta  l’azienda sia coinvolta in un progetto di trasformazione integrata.

    Dovrai fare in modo di verificare che non ci siano blocchi e lì dove ci dovessero essere  dovrai essere in grado di intervenire in tempo zero per fare
    in modo che nulla si blocchi per mancanza di motivazione o per, peggio ancora, resistenze al  cambiamento che é la parte più  dura da gestire
    in un progetto di trasformazione; perché possiamo gestire facilmente la tecnologia, possiamo gestire ancor più  facilmente un cambio di modello di business (ovvio con facilmente intendo in maniera sistematica) ma quello che è più difficile fare e gestire la resistenza delle persone al  cambiamento e
    la resistenza del tuo team e dell’intera azienda alla trasformazione che vorrai portare avanti

     

  • Il Marshmallow Experiment…perché devi avere focus sui risultati a lungo periodo

    Hai già sentito parlare del marshmallow experiment? Se non lo conosci provo a raccontartelo brevemente perché dal mio punto di vista ci offre degli spunti davvero interessanti su quello che é il processo di trasformazione della nostra azienda.

    Tra alla fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70 alcuni ricercatori americani fecero un esperimento che coinvolse dei bambini tra i 4 e 6 anni di età. Ai bambini  fu offerto un marshmallow e fu garantito loro che se avessero atteso il ritorno  del ricercatore, perché aveva qualcosa di più importante da fare, al ritorno  li avrebbe premiati con un altro  marshmallow a patto che non avessero mangiato quello che avevano già lì; fu peró data libera scelta ai bambini di mangiare quello che avevano li e, nel caso in cui il ricercatore fosse tornato e avessero già mangiato il marshmallow non  avrebbero ottenuto nessuna  ricompensa.
    L’esperimento non terminó qui ma i  ricercatori seguirono la storia di  questi bambini anche negli anni a venire. Quello che lasció sbalorditi i ricercatori fu che i bambini che avevano saputo attendere per una ricompensa maggiore negli anni a venire avevano avuto una vita migliore ovvero un
    miglior indice di massa corporea (quindi una massa grassa più bassa); un maggior stipendio, un livello di studi più alto.

    Perché questo esperimento può aiutarci nella trasformazione della nostra azienda?  Perché molto spesso perdiamo di vista  quello che l’obiettivo più grande  che ci poniamo e che vogliamo raggiungere nel lungo periodo e ci concentriamo troppo sui risultati a breve periodo. In alcune situazioni, nonostante dobbiamo saper interpretare i risultati nel breve periodo, i risultati a breve periodo non sono significativi di quello che sarà il risultato nel lungo periodo perché tale risultato sarà esponenziale. dobbiamo quindi  metterci giù a testa bassa e lavorare per ottenere piccoli risultati, anche se alle volta ci sembrano insignificanti, ma che sul lungo periodo ci daranno una crescita esponenziale e dei risultati esponenziali.

    Fammi sapere che ne pensi anche tu e se pensi che sia significativo anche per la trasformazione della tua azienda

  • Stai trasformando la tua azienda o vuoi fare la fine di Nokia e di Kodak?

     

    Quali sono le conseguenze della mancanza di innovazione e trasformazione della tua azienda? Scopriamole partendo da due casi studio molto importanti ovvero quello di Nokia e Kodak.
    Come sempre se non sei tu il primo ad innovare ci sará qualcuno che lo fará al posto tuo e se sei in una posizione dominante aspettati che saranno in tanti a tentare di rubare le tue quote di mercato.

  • La digital transformation fa schifo se non sai come farla

     

    Quando si affrontano progetti di Digital Transformation spesso si fa l’errore di concentrarsi troppo sulla parte DIGITAL. Per portare al successo un progetto è invece fondamentale che il focus sia la TRANSFORMATION che porta con se non solo cambiamenti digitali ma anche cambiamenti organizzativi e strutturali per l’azienda.

    Ecco 3 punti da tenere sempre in osservazione in tutte le fasi di ideazione, progettazione e realizzazione di un progetto di Digital Transformation:

    – Avere obiettivi chiari
    – Fare in modo che l’innovazione sia al servizio del business e non il contrario
    – Darsi il giusto tempo

    La trasformazione è nemica del caos. La trasformazione deve portare un caos controllato e per farlo serve una squadra che sappia gestire quello che agli occhi esterni sembra solo caos.

  • Cloud – a proposito della paura ad esternalizzare l’infrastruttura

     

    Capiamo insieme quali sono i motivi che dovrebbero spingerti ad esternalizzare in tutto o almeno in parte la tua infrastruttura:
    1. Per garantire che la tua azienda sia operativa 24/24 e 7/7 senza interruzioni per i tuoi clienti e per il tuo business;
    2. Per avere maggiore sicurezza e affidabilitá e non doverti preoccupare di attacchi informatici;
    3. Perché il tuo reparto IT possa dedicarsi ai processi e alle attivitá funzionali al funzionamento e alla crescita aziendale.

  • Digital Transformation quali sono i vantaggi per il tuo business

    Analizziamo insieme i vantaggi che un’innovazione strutturata puó portare al tuo business e i motivi che se ignorati metteranno in crisi la tua azienda, i tuoi dipendenti e i tuoi sogni da imprenditore.
    I vantaggi competitivi nell’adozione di percorsi di digital transformation per la tua azienda ed il tuo business sono molteplici, primo fra tutti la garanzia di essere un fornitore o partner affidabile, in secondo luogo la possibilitá di poter accedere a mercati internazionali e infine la possibilitá di continuare ad essere ( o diventarlo) l’azienda leader nella tua nicchia di specializzazione.

  • Pensi che Trasformare costi troppo?…Partiamo dall’asta per il 5G

     

    Hai seguito l’asta per l’acquisto delle frequenza del 5G? La spesa complessiva é stata di 6,55 MILIARDI di euro contro di 2.5 Miliardi attesi.

    Se hai bene in mente questi numeri puoi sicuramente avere la risposta ad una delle tue obiezioni: “Trasformare costa troppo”.
    Se é chiaro che devi avere un progetto ben preciso quando inizi un processo di trasformazione, é anche chiaro che non puoi permetterti di restare a guardare. La tua domanda non deve essere “quanto costa trasformare” ma piuttosto “Quanto ti costerá restare al balcone a guardare i tuoi competitor guidare la trasformazione”

     

  • Sorridi sei in Crisi

    Hai mai visto qualcuno affrontare la CRISI con il sorriso?
    L’unico metodo per farlo é di analizzare con metodo tutte le situazioni che potrebbero mettere in difficoltá il tuo business e agire prima che si verifichino. Esiste un metodo per mettere la tua azienda in “crisi con metodo” e per vincere la battaglia contro i tuoi competitor.
    Approfondiamolo meglio in questo breve video.

     

  • Liberati dal Peter Pan che è nella tua azienda [porta il tuo business nel mondo reale]

    Credi che i prodotti/servizi della tua azienda la porteranno a volare nel mondo reale? o stai facendo anche tu il viaggio “nel business che non c’e”?

    La storia di Peter Pan per la tua azienda potrebbe essere cosi:

    C’era una volta un giovane imprenditore che aveva il sogno di creare un’azienda che potesse cambiare le sorti dei suoi clienti ed essere leader del mercato. Era a capo di un gruppo di tecnici che erano convinti di sapere come dovesse funzionare tutto e rifiutavano di confrontarsi con le vere problematiche dei clienti. Era infatti sempre colpa dell’ignoranza dei clienti non riuscire a capire quanto il prodotto/servizio fosse di qualitá e adatto alle esigenze.  Ad ogni nuova release erano sicuri che l’azienda avrebbe preso il volo, ma nulla accadeva e cosi ricominciavano a sognare di volare pensando al lancio di una nuova grande idea,”

    Credo che in qualche periodo della vita anche tu e la tua azienda siete stati protagonisti dalla storia appena raccontata. Mi auguro anche che ad un certo punto siate poi riusciti a venirne fuori e a far crescere e volare l’azienda nel business reale.

    Utilizziamo questa storia per provare definire quale sia la strada per far volare la tua azienda nel “business che c’è” e per portarti passo a passo ad uscire dal sogno per trasformarlo in realtá.

    • Cerca il confronto con il mondo reale

    Quando stai progettando un nuovo prodotto/servizio, poniti sempre la domanda di quale sia la reale utilità per i tuoi clienti e quale dei loro problemi risolva. Organizza focus group e eventi per testare l’interesse nella tua nuova soluzione.

    • Dai il giusto valore ad ogni giudizio

    Ascolta le opinioni di tutti ma dai il giusto valore ad ognuna di esse. Le opinioni che valgono sono quelle dei clienti paganti le altre non sempre ti portano nella giusta direzione.

    • Non aver paura delle opinioni negative

    Se raccolte al momento giusto, le opinioni negative sono le più importanti. Ti dicono dove deve andare la tua progettazione e se ha un senso continuare ad investire sul progetto che stai portando avanti.

    • Continua ad esplorare

    Prendi da Peter Pan la sua voglia di restare bambino. Devi continuare ad esplorare il mondo ed essere curioso nello stesso modo e con la stessa intensità che avevi quando hai iniziato la tua avventura.

    Molti ti diranno che il mondo del business è cupo e per nulla divertente. Non gli credere, continua a volare con la fantasia e a immaginare un futuro migliore per te e i tuoi clienti.

    Costruisci le soluzioni che cambieranno il futuro del tuo settore e vola nel mondo del business reale.

    E ricorda:

    Solo chi sogna può volare! (Le avventure di Peter Pan)

    Ps. Se vuoi confrontarti con me, lascia un commento o contattami in privato

  • Selezioni i tuoi clienti come fanno gli americani [scegli con chi lavorare]

    Sei tu a scegliere i tuoi clienti o lavori con chi capita?

    In questi giorni mi sono preso un po’ di tempo per me e sono in vacanza in giro per l’America. Ci sono molte considerazioni che possono aiutare il nostro business, ma una su tutte mi ha fatto riflettere: il modo in cui gli americani selezionano chi può entrare negli States.

    Nulla è scontato e nell’ordine devi:

    1.  Chiedere il visto da turista e pagare per ottenere l’Esta;
    2. Passare il controllo passaporti arrivato in America;
    3. Comunicare dove alloggerai e quanto ti fermerai;
    4. A loro discrezione superare qualunque altro tipo di verifica.

    Ti è chiaro il motivo per cui è necessario tutto questo? In fin dei conti vuoi solo andare a passare qualche giorno di ferie e contribuire alla loro economia.

    Non è solo una questione di sicurezza, ma anche e soprattutto legato al fatto di voler essere certi che chi entra abbia i requisiti per portare valore al paese e a chi ci vive e non diventare un costo per la società.

    Perché tu credi che chiunque sia interessato al tuo prodotto/servizio sia “degno” di essere un tuo cliente e piuttosto non applichi la strategia degli americani per selezionare con chi lavorare e fare in modo che aumenti il valore della tua impresa?

    I clienti non in target sono un problema perché:

    • Ti fanno lavorare più del necessario;
    • Non sono soddisfatti del tuo lavoro;
    • Non sono fedeli;
    • In genere sono dei cattivi pagatori e devono essere rincorsi dal tuo recupero crediti;
    • Non rappresentano dei buoni referall per la tua azienda.

    Vorresti anche tu scegliere i tuoi clienti? Vediamo insieme come farlo

    1. Lavora con il marketing educativo per posizionare al meglio il tuo prodotto /servizio e fare auto squalificare i clienti non in target. È compito del tuo marketing fare in modo che entrino nel tuo funnel di vendita solo i potenziali in target. È necessario comunicare in maniera netta e differenziante la strategia dell’azienda, la metodologia di lavoro, il problema che risolve il tuo prodotto/servizio e posizionare anche il livello di spesa;
    2. Definisci le regole di ingaggio e non rincorrere chiunque;
    3. Definisci le regole di fatturazione e fatti pagare una buona percentuale in anticipo;
    4. Definisci preliminarmente il tuo metodo di lavoro e i requisiti per poter lavorare insieme;
    5. Imponi delle penali anche sui ritardi del cliente. L’impegno e i vincoli devono essere reciproci.

    Fai in modo che lavorare con te diventi qualcosa di esclusivo e limitato e vedrai che potrai scegliere con chi lavorare e far crescere il valore e la fedeltà dei tuoi clienti.

    E ricorda:

    Se stai cercando di creare una società, sappi che è come preparare una torta. Bisogna avere tutti gli ingredienti nella giusta proporzione. [Elon Musk]

Trovi utili i contenuti del mio blog, condividilo con i tuoi amici!!!