La guida alla Trasformazione Integrata

Trova la chiave per liberarti dalle catene della tua infrastruttura!!!

Nel precedente articolo abbiamo affrontato i motivi per i quali non puoi permetterti che l’infrastruttura della tua azienda sia gestita in modo approssimativo. Mentre leggevi l’articolo ho notato nelle smorfie del tuo volto che seppur fossi d’accordo sul fatto che “questo tizio alla fine sta dicendo cose sensate” ancora un bel po’ di domande sono rimaste a frullare nella tua testa.

Proviamo quindi a chiarire i principali dubbi che, nel momento in cui inizi un progetto di razionalizzazione dell’infrastruttura e di migrazione in cloud, potrebbero ostacolarne il processo e soprattutto i motivi per cui sono falsi

  • Non sono sicuro di portare i dati della mia azienda in cloud

Questa è una delle obiezioni più frequenti…

Se da un lato riesco a capire che possa essere destabilizzante sapere che tutto il patrimonio informativo della tua azienda sia custodito da un “estraneo” (il Fornitore/Partner di servizi cloud) d’altro canto la  prima risposta a questa obiezione è relativa a tutti i temi sulla sicurezza dei dati affrontati nel precedente articolo. Come vedremo quando andremo a sviscerare i vari modi con i quali è possibile portare la tua infrastruttura in un data center di ultima generazione, esistono modalità che ti garantiscono di avere un ambiente completamente dedicato alla tua azienda  (il cloud privato) e che quindi ti rende sicuro della segregazione fisica dei dati tra la tua compagnia e il resto del mondo.

  • Chi mi garantisce che le risorse virtuali in cloud siano davvero a mia disposizione e che non ci siano problemi nel momento in cui ho esigenze di picco

Nel mondo virtuale, dove le risorse sono condivise, può essere lecito chiedersi se quest’ultime siano davvero disponibili per le nostre esigenze e cosa potrebbe succedere al crescere del business o in caso di esigenze temporanee di picco. Il modo migliore per affrontare questo dubbio è quello di farsi aiutare da uno specialista a dimensionare correttamente l’infrastruttura in cloud, di affidarsi ad un provider affidabile e di prevedere nel contratto che i picchi di richieste siano gestisti in maniera automatica salvo poi rivedere le stime o pagare un extra per le risorse aggiuntive utilizzate.

È sicuramente vero che la gestione dei picchi può essere un problema che potrebbe mettere in crisi la tua infrastruttura fisica nel momento in cui la naturale obsolescenza ti porta a dover effettuare un upgrade fisico. È invece molto più facile “prendere in prestito” risorse da una infrastruttura in continua crescita,  dimensionata per ospitare molti Clienti e in grado di accogliere il nuovo business che si acquisisce

  • Abbiamo appena aggiornato la nostra infrastruttura HW quindi non è il momento di pensare al cloud

Fermo restando che esternalizzare la propria infrastruttura non significa per forza utilizzare servizi di cloud pubblico. In questo caso specifico è importante ricordare che i server sono solo una componente del tuo data center e che quindi per essere tranquillo di garantire la continuità operativa la soluzione migliore è quella  di affidarsi ad un servizio di Colocation o di definire un servizio di Disaster Recovery in cloud. Ad ogni modo il fatto di aver comprato nuove macchine non mette al sicuro te e il tuo business da tutte le problematiche descritte fino a questo momento.

  • Aggiungo un livello di complessità dovendo accedere ai miei server in remoto e non potendo intervenire fisicamente quando voglio

Anche questo è un falso mito. Tra tutti il motivo più importante è legato al fatto che migrare la tua infrastruttura ti costringe a fare l’inventario delle macchine fisiche, delle macchine virtuali, delle applicazioni installate, delle procedure automatiche e di tutto quello che ruota intorno al tuo data center. Ti stupirai di quanto la routine giornaliera di porti ad essere inefficiente e disorganizzato nella gestione dei tuoi server.  Non è poi vero che non si possa intervenire fisicamente sui tuoi server, ma proprio per maggiore sicurezza puoi esternalizzare tutte le attività fisiche che devono essere fatte sulle tue macchine. Ultimo ma non meno importante, oggi si sta diffondendo quello che è definito Cloud Ibrido e che farà in modo che per te e per il tuo business sarà davvero indifferente il luogo in cui sono le tue macchine e soprattutto in quanti luoghi sono (in uno o più DC, on premise, ecc..). Proverò a raccontarti meglio nel prossimo articolo cosa è il cloud ibrido.

Nel prossimo articolo approfondiremo le modalitá con le quali puoi mettere in sicurezza la tua infrastruttura, e le motivazioni che dovrebbero guidare la tua scelta.

Nel frattempo se hai dubbi, curiosità domande non esitare a contattarmi!!! Make your choice… and… Share the knowledge!!!

Post A Comment

Trovi utili i contenuti del mio blog, condividilo con i tuoi amici!!!